L'idea

Tutto nasce da uno striscione visto realmente allo stadio, uno striscione su cui c'era scritto "Non c' donna che tenga".
La sceneggiatura, scritta in pochi giorni, stata completata nel giugno 1999; per un anno ha cercato un produttore, che volesse investire le risorse sufficienti per girare il corto in pellicola, ma senza risultato.
Molti amici erano gi stati coinvolti ed erano desiderosi di partecipare, ma due cose hanno davvero dato il via al lavoro: un organizzatore di produzione ed un direttore della fotografia che aveva appena acquistato una telecamera digitale nuova di zecca.

La produzione

Roberta Alicicco come direttore, Alessandra Cesta, Marco Di Molfetta, Mauro Rotondi come ispettori, hanno costituito il nucleo che ha creato dal nulla una produzione, sotto l'occhio vigile del supervisore Remo Chiappa.
Gianmarco Rotondo stato determinante come direttore della fotografia, nonch proprietario della telecamera con cui stato girato "Derby".
Federica Sanella stata una eccezionale collaboratrice per la scelta e la creazione delle scenografie e dei costumi dei tanti personaggi.
Dopo tante indecisioni il team che ha girato "Derby" stato formato; la produzione ha fissato per il 21 luglio 2000, alle ore 18, il primo ciak.

Il casting, le location e le riprese

Per arrivare al fatidico 21 luglio la strada era
comunque stata abbastanza lunga e tortuosa; in particolare il casting ha richiesto parecchi ripensamenti, soprattutto per trovare una Lorena adatta, e per convincere molti degli attori, laziali nella vita, ad interpretare ruoli da romanisti sfegatati. Tutti gli attori, a partire dai protagonisti Claudio Contini e Fabiana De Bellis, sono stati bravi e disponibili. Fra coloro che hanno fornito il loro importante apporto sul set citiamo almeno la segretaria di edizione Cristiana Trotta. Per le location, grande opera di realizzazione stata fatta da Federica Sanella, aiutata da Stefano Luziatelli, per costruire un bellissimo paradiso, mentre per lo stadio olimpico siamo grati al CONI che ce lo ha concesso. Le riprese sono durate per 9 giorni complessivi, sfruttando serate e fine settimana, e sono state allietate dal catering curato da Carla Staderini. Una particolare menzione di ringraziamento spetta a Roberto Pilorusso, convocato il giorno dello stadio per un ruolo poi tagliato al montaggio; tagliato per motivi tecnici, non artistici!
Dopo tre settimane di lavoro dunque "Derby" era finito. O forse era solo iniziato...

La post-produzione

E' toccato a Fernanda Indoni, la montatrice, il difficile compito di riordinare sei ore di materiale girato. Sono state notti insonni di duro lavoro davanti all'Avid che hanno consentito di arrivare alla conclusione del primo montaggio.
Monica Verzolini che ha diretto tutta la post produzione, Massimo Dell'Orso con la sua preziosa consulenza musicale, la grandissima collaborazione dello studio SAM di Roma, Paolo Segat che ha curato il mix audio ottenendo risultati incredibili, tutti hanno lavorato per far si che "Derby" fosse quello che desideravamo. Dalla preparazione alla stampa del master in Betacam sp, tutto il lavoro stato fatto in maniera ottimale grazie a dei collaboratori eccezionali, che ringrazier sempre.
E cos "Derby" ha visto la luce, proiettato per tutti coloro che vi avevano partecipato la sera del 16 febbraio 2001.

"Derby" stato interamente autofinanziato, un prodotto amatoriale realizzato grazie all'apporto amichevole di molte persone, tecnici, attori, amici e collaboratori.





   Clicca qui per leggere i ringraziamenti    
   Clicca qui per andare al cast    
   Clicca qui per tornare all'homepage    




2001 © Friends Productions